IX Edizione “La Vita Spezzata…. Settimana da 11.11.2019 al 16.11.2019 in ricordo delle Vittime della Strada.

Per il nono anno consecutivo abbiamo celebrato il ricordo delle Vittime della strada e sensibilizzato sul tema della donazione degli organi, con un percorso educativo sulla Sicurezza Stradale svolto attraverso un programma sviluppato nelle piazze e presso le scuole dei Comuni di Statte (TA), Crispiano (TA), Martina Franca (TA), Locorotondo (BA) ed Alberobello (BA).

Il video su Youtube

Grazie alla disponibilità del Ministero dell’Interno abbiamo potuto contare su mezzi e personale della Polizia Stradale che ha messo a disposizione il “Pullman Azzurro” e la Lamborghini “Huracan” del trasporto organi con gli eccezionali equipaggi dedicati e preparati in maniera superlativa al contatto con destinatari dell’azione formativa di ogni età e condizione.

L’organizzazione ha articolato le giornate in un circuito che per ogni Comune ospitante prevedeva un primo momento nell’aula multimediale rappresentata dal Pullman Azzurro, attrezzato con video-materiali specifici per ogni età, dai piccoli in età prescolare fino agli studenti delle scuole superiori, momenti magistralmente condotti dagli operatori della Polizia Stradale di Brescia, che hanno argomentato nella maniera più opportuna in relazione all’età anagrafica sull’importanza delle cinture, dei dispositivi di ritenuta per i bambini, sulla velocità eccessiva per arrivare con i più grandi ai rischi connessi con la guida in stato di alterazione psico-fisica a causa di alcool, sostanze e/o stanchezza, utilizzando allo scopo gli occhiali che simulano l’alterazione visiva causata da questi. Il percorso infatti costituiva per i ragazzi di maggiore età (e per gli adulti presenti) il secondo momento del circuito, mentre il terzo consisteva nella presentazione della Lamborghini “Huracan” a cura dei due operatori Polstrada dedicati, che catturata l’attenzione per mezzo dell’auto proponevano un ulteriore momento educativo riguardo ai rischi connessi con l’eccesso di velocità ed i comportamenti sbagliati. Infine, il corner gestito dagli educatori stradali del Motoclub San Martino ha focalizzato il suo intervento sugli aspetti legati all’uso delle protezioni passive (casco da moto o da bici, protezione schiena, etc.) per i più grandi e trasmettendo per i più piccoli esperienze e consigli sui comportamenti da tenere nell’ambiente stradale in modo da adottare strategie difensive che possano salvaguardarci dai rischi connessi all’uso dell’ambiente urbano (cattura dello sguardo, attraversamento perpendicolare, etc.). Con questa articolazione si è riusciti a somministrare ad oltre 2300 utenti un momento educativo che per effetto della sinergia tra Polizia Stradale ed Educatori (frutto di una continua collaborazione affinata in 9 anni) ha aumentato la sua efficacia a livelli eccezionali conseguendo molteplici risultati; in primis l’attivazione di rapporti con le scuole le quali intendono proseguire questa attività, in secondo luogo per il riconoscimento del vero ruolo delle forze dell’ordine da parte dei giovani, che finalmente avvertono la funzione
di tutela e salvaguardia svolta dagli agenti, non più avvertiti in un ruolo meramente repressivo.

FOTOGALLERY

Grande la voro della Polizia Locale, che nei Comuni ospitanti ha supportato egregiamente le attività sia nell’accoglienza logistica dei mezzi polstrada numerosi intervenuti sia nella presenza costante, culminata nelle attività di Martina Franca con l’esperienza “Vigili per un Giorno” grazie al personale messo a disposizione dal Comandante. Di seguito una serie di dati relativi alle giornate svolte nei Comuni ospitanti.

Newsletter FMI

Iscriviti e rimani aggiornato...