Comunicato gara enduro Pietramontercorvino

17 settembre 2017 in località  Pietramontercorvino, a sud-ovet di Lucera in provincia di Foggia nel Subappennino Dauno a 450 mt dal mare si è conclusa la 4° prova del campionato regionale Puglia-Basilicata.

Perché vi sto dando queste informazioni, vi starete chiedendo, perché se non ci siete stati dovete andarci per fare enduro, enduro vero.

Il presidente Lombardi ed il direttore di gara Michele Crescenzi, nel loro briefing pregara ci avevano avvertito del livello di difficoltà fisico e tecnico, augurando un in bocca la lupo ai 70 piloti (53 enduro, 12 sprint e 5 minienduro) che prendevano parte alla manifestazione sportiva.

Quaranta i chilometri da percorrere in un’ora e quindici minuti, tirati anzi tiratissimi che dopo il primo giro sono stati aggiunti, sapientemente dal Direttore di gara, altri 10 minuti per permettere a tutti i piloti anche quelli più esperti ed allenati di non rischiare inutilmente sul trasferimento, visto che le gare di livello regionale non sono professionistiche ma anzi sono il primo step per avvicinare l’appassionato del fuoristrada alle gare di enduro.

Con il nuovo  tempo di 85 minuti a giro, da ricalcolare sulla propria tabella di marcia,  si affrontava il lungo trasferimento che rendeva le  due prove speciali ancora più dure ma per lo meno non si entrava a freddo per affrontare dapprima l’enduro test di oltre 5 minuti che ricalcava in parte quello degli Assoluti d’Italia del 2016 ed a fine giro un cross test divertente e veloce in alcuni tratti, con qualche salto non molto impegnativo per smorzare il ritmo. Rimanevano comunque pochi minuti per controllare la moto, fare rifornimento e rifocillarsi prima riprendere il nuovo giro.

Dopo le 7 prove cronometrate, i 160 km percorsi e 5 ore e mezzo di gara si è vista una grande battaglia non solo nella TCU ma in tutte le classi, negli endurosprint e minienduro compresi.

Vincitore assoluto della competizione Natalino Capurso, seguito da Massimiliano Puce, Francesco Ferritto, Salvatore Stefano e Pietro D’Antino.

Bravi tutti i piloti che alla fine hanno messo a parco chiuso le proprie moto.

Un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito all’organizzazione della gara, ai cronometristi italiani al direttore e commissari di gara alle istituzioni un grazie di cuore a Nicola Mantuano e Giovanni De Matteis sempre in prima linea per farci divertire.

Alle aquile di Pietramontecorvino non gli si può certo insegnare come organizzare le gare ma ancor di più quando c’è della sana competizione una giusta dose di sportività ed un pizzico di efficiente organizzazione non si può che raccogliere i giusti meriti.

 

Paolo de Benedetto

(Comitato fuoristrada)

Altre da Comunicati